mercoledì 27 febbraio 2013

Il Mercoledì Social: cinekitchen!


E dopo gli Oscar di qualche giorno fa, e i festeggiamenti per la nostra "quota 1000 follower", eccoci a parlare di cinema e cucina! Ebbene si, oggi è un Mercoledì Social all'insegna dei riflettori. Siamo da sempre grandi appassionate di cinema e teatro: mentre Micol, tarantiniana doc, si diletta nel guardare ogni tipo di film, dai più impegnati (muti sottotitolati in russo) ai più frivoli (il cinepanettone), Ceci non può fare a meno delle paillettes dei musical e dei classici blockbuster dalla durata biblica (da Via col Vento ad Australia che probabilmente ha visto solo lei...).
Ma il cinema ha da sempre avuto un ottimo connubio con il cinema, a partire dalla famosissima torta hot di Harry ti presento Sally, a La grande abbuffata, dalle goloserie di Chocolat alla pasticceria de La finestra di fronte, fino al cartone animato con Ratatouille e la cena di Belle in La Bella e la Bestia e così via. Una bella carrellata la potete trovare su Style.it in  Lezioni di cucina al cinema
Roberta oggi ci ha ricordato le pere kaiser di City of Angels (quante lacrime!!) mentre cucinava la torta di Nonna Papera di Anna, "una di quelle ricette cha fanno bene allo spirito"! Ma è Valeria che oggi ci ha dato l'idea per una cena da Oscar...anzi...da spaghetti western! Si parlava oggi di Django Unchained, l'ultimo film di Tarantino, 5 nomination Oscar e due statuette vinte per Attore non protagonista (il bravissimo Christoph Waltz) e Miglior Sceneggiatura originale. E non può esserci film western senza....i fagioli alla Bud Spencer! Ecco la ricetta originale accompagnata da un pane indiano senza lieviti e perfetto anche per essere cotto in accampamento: il chapati.

Django. The D is silent.


Ingredienti (per 2 persone)

300 g fagioli secchi
1 scalogno
1 sedano
3 cucchiai di farina
2 cucchiai di burro
1 bicchiere di vino bianco
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
sale, pepe
erbe aromatiche a piacere

Lessate i fagioli insieme al sedano e a metà cipolla e a fine cottura mettete da parte a raffreddare. Tritate l'altra metà cipolla e le erbe aromatiche. In una padella capiente fate fondere il burro con la farina fino a formare una crema non molto densa (se dovesse risultare troppo densa aggiungete un po' del brodo in cui avete lessato i fagioli). Aggiungete la cipolla e le erbe tritate, i fagioli e fate rosolare qualche minuto (aggiungendo brodo se necessario). Sfumate con il vino e continuate fino al termine della cottura. Salate, pepate e servite caldo con il chapati. 

Per il chapati:

500 g farina 
350 g circa di acqua
sale

Impastate per bene la farina con l'acqua in modo da ottenere un composto omogeneo. Mettete un cucchiaio di sale nella vostra ciotola e fatelo assorbire dall'impasto. Fate riposare il tutto coperto da un canovaccio umido per circa mezz'ora. Ricavate dall'impasto dei dischi grandi quanto una piadina, devono essere molto sottili. Scaldate una larga padella antiaderente e cuocete per pochi minuti i vostri chapati uno ad uno.

5 commenti:

  1. Via col vento, Australia, Moulin Rouge e pure I Miserabili li ho visti e amati anch'io, ecco!!! ;)

    RispondiElimina
  2. Tiene un aspecto muy bueno me encanta es mi plato favorito,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  3. chapati for president! #mercoledisocial for president! voi, for president!.
    ho finito.

    RispondiElimina
  4. @Ale viva i mattoni allora! Rigorosamente con chili di m&m's e pop corn! @roberta e anna....ragazze il chapati ricetta numero uno dell'ultimo minuto! E' buono quanto semplicissimo, stiamo pensando a delle varianti... @Rosita gracias! Tenemos una pasìon por el cine, sino también para los experimentos en la cocina! Nos gustarìa probar una receta chilena.......

    RispondiElimina