giovedì 7 giugno 2012

Il Mercoledì Social: Emilia Mon Amour parte I


"Mudnés ed Mòdna, mudnés ed l’èlta, ed la basa e dedlà da l’aqua,mudnés ingherlî dal frad Siberian e dessuplî da la néva,Zemian fort come el quérzi del nostri campagn e antigh de storia come al noster balsàmich, zitadein chersû sàtta la Ghirlandèina e ragazô nê a l’ambra dal tlòun ed Paladino, Mudnés D.O.S.(a denominazione d’origine straniera), mutinensi singol, divorzièe, coppie di fatto, e pensionèe ch’avî spusèe la badante, a-v salut tótt quant in masa."

Così quest'anno salutava Modena Sandrone, la nostra maschera tradizionale, che ogni hanno tiene il famoso "sproloquio" a Carnevale. Tutta la città si ammassa vestita in Piazza Grande, sotto il Comune, e ascolta il discorso in dialetto modenese tra risate fragorose e risate amare. Modena, la nostra città. Potremmo parlarvi ore di ciò che abbiamo vissuto in prima persona, di ciò che abbiamo visto e sentito, potremmo parlavi ore del dolore e della sofferenza. Siamo un foodblog, e tale rimaniamo: un luogo dove si parla di ricette, di homemade, di cucina, di eventi enogastronomici, di prodotti...dove ci si scambiano idee e sapori. Rimaniamo fedeli a ciò che siamo. Sono state scritte tante cose su di noi, su noi emiliani, sull'Emilia, ve ne riportiamo qualche stralcio...

"Noi, e intendo noi emiliani in generale e noi modenesi in particolare, per il terremoto non siamo attrezzati né dal punto di vista pratico, e lo si è visto, né da quello psicologico. La tragedia non ci si addice. .... Insomma, ci piace ridere e far ridere. La vita è qualcosa di troppo importante per prenderla sul serio, e troppo corta per non divertircisi....nessuno ha il minimo dubbio che ne usciremo. Anche quando facciamo tutt’altro, e ormai facciamo tutti tutt’altro, restiamo dei contadini. Laboriosi e tenaci come tutti i contadini. ...Siamo gente pratica, insomma...dateci tempo, e credo non ce ne voglia nemmeno troppo, e ricostruiremo tutto. Pregusto il momento in cui, quando dirò che sono di Modena, non mi risponderanno come adesso: «Modena? Ah, sì, dove c’è stato il terremoto», ma come sempre: «Modena? Ah, sì, Ferrari, Pavarotti, si mangia benissimo». E ci faremo una risata. Grassa."

Alberto Mattioli "Ce la faremo da soli con il sorriso", La Stampa,  30/05/2012

"L'EMILIA è quel pezzo di terra voluto da Dio per permettere agli uomini di costruire la Ferrari. Gli Emiliani sono così. Devono fare una macchina? Loro ti fanno una Ferrari, una Maserati e una Lamborghini. Devono fare una moto? Loro costruiscono una Ducati. Devono fare un formaggio?
 Loro si inventano il Parmigiano Reggiano. Devono fare due spaghetti? Loro mettono in piedi la Barilla. Devono farti ...un caffè? Loro ti fanno la Saeco. Devono trovare qualcuno che scriva canzonette? 
Loro ti fanno nascere gente come Dalla, Morandi, Vasco, Ligabue. Devono farti una siringa? 
Loro ti tirano su un'azienda biomedicale. Devono fare 4 piastrelle? Loro se ne escono con delle maioliche. Sono come i giapponesi, non si fermano, non si stancano, e se devono fare una cosa, a loro piace farla bene e bella, ed utile a tutti... Ci saranno pietre da raccogliere dopo un terremoto? Loro alla fine faranno cattedrali..."

Abbiamo deciso di dedicare il Mercoledì social ad una raccolta (e speriamo sia lunga!) di ricette emiliane, vogliamo far parlare di noi, e delle nostre eccellenze enogastronomiche. Ci siamo imbattute in un gruppo di foodblogger davvero speciali...


Serena di Storie di zucchero ha scelto una social piadina con accostamenti da vera gourmet...pere Abate (tipiche della nostra zona), aceto balsamico...il nostro immancabile squaquerone (perché non è un avera piadina senza giusto Serena?) trovate la ricetta QUI e guardate che spettacolo è venuto fuori...


Annamaria di BperBiscotto ci ha fatto tornare indietro nel tempo parlando della Mortadella IGP, con la sua crema speciale...da piccoli la merenda emiliana DOC consisteva di pane e mortadella...per le bimbe golose (e cicciottelle...) come me si aggiungeva anche la maionese....la ricetta la trovate QUI ma potete sognarla qui sotto...


La nostra carissima Alessandra di Ricette di Cultura, ci ha portati indietro nel tempo, in un excursus storico su Vignola e sulla mitica Torta Barozzi, accompagnata dall'immancabile crema di mascarpone (sappi che la mangiamo anche  a ferragosto!). Un messaggio ci ha colpito, e lo riproponiamo "Ah, dimenticavo... la torta Barozzi, quella vera, potete gustarla solo a Vignola, alla pasticceria Gollini. Il borgo di Vignola e la sua rocca non hanno subìto danni ingenti, visitatela al più presto!!!" e ditemi se la ricetta di Ale non vi mette fame...


Infine Laura di Chi non la fa...l'aspetti, con la sua tigella specialissima! Laura è stata davvero fantastica in questi giorni, ha preso davvero a cuore le vicende della nostra Emilia, ha organizzato una raccolta fondi (guardate un po' qui...) e dato vita ad una mascotte davvero speciale....EMILIO!!! Per il Mercoledì Social si è cimentata nientepopodimenoche...(la ricettina QUI)


Per ultimissime noi, io e Micol...per il nostro Mercoledì Social abbiamo preparato il pane tipico ferrarese, la CIUPETA o COPPIA FERRARESE IGP...



Ingredienti per 6 coppie 

1 kg farina 0

100 g olio extravergine di oliva 

20 g sale 

1 bustina di lievito 

350 gr. di acqua tiepida

1 cucchiaino di miele di acacia

Sciogliete il lievito nell'acqua e impastate bene tutti gli ingredienti. Dividete l'impasto in 6 parti e lasciate riposare circa 20 minuti: riprendete uno ad uno gli impasti e stendeteli in lunghe strisce. Ricavate la coppia ferrarese in QUESTO MODO.
Adagiatele su un foglio di carta da forno per circa un'ora, e infornatele a 220 gradi per circa 30 minuti.

Ed eccoci ai saluti....ma che saluti....
ma secondo voi finisce qui?......
TO BE CONTINUED.......

8 commenti:

  1. Con la marmellata sono ottime.. :-)

    RispondiElimina
  2. Ragazze, complimenti a tutte per le ricette!!! E complimenti a voi, Cecilia e Micol! Questo post è favoloso e sarebbe bello se si riuscisse a raccogliere un po' di ricette anche nei mercoledì seguenti!! :D
    Ho segnalato questa iniziativa nel gruppo di Facebook "Foodblogger per l'Emilia"... Qualcuno parla di fare un e-book addirittura per raccogliere fondi, i nostri post sarebbero perfetti come punto di partenza!
    SE ci sono novità a questo riguardo vi aggiorno!!

    RispondiElimina
  3. Fantastico Alessandra!! Noi volevamo proprio continuare a raccogliere ricette!! Ci stiamo!!!

    RispondiElimina
  4. Bravissime, davvero una grande iniziativa!
    Io conto di unirmi a breve :-)
    Robyzante

    RispondiElimina
  5. l'iniziativa è stupenda e le ricette lo sono altrettanto!!! complimenti per le citazioni, che popolo meraviglioso!!!! un bacio

    RispondiElimina
  6. Eccomi... sazia di piadina ho appena finito di pubblicare il post http://roby-ratatouille.blogspot.it/2012/06/piadina-emilia-mon-amour.html
    buon we ragazze!
    Robyzante

    RispondiElimina
  7. Roby....stupendo.....:) grazie!

    RispondiElimina
  8. ciao ragazze, vi mando una ricetta per il mercoledì social, l'ho un po rivista nella preparazione, spero vada bene comuqnue!!! un bacione
    http://ombelicodivenere.blogspot.it/2012/06/emilia-mon-amour.html

    RispondiElimina